Sezione ISISS A. Giordano

BANDO DI CONCORSO “CITTADINI CONSAPEVOLMENTE ATTIVÌ” PRIMO E SECONDO PREMIO ALLE CLASSI QUINTE DEL COMMERCIALE DEL “GIORDANO”

“Giovani in cerca del senso del limite tra rispetto delle regole e voglia di trasgressione, scelte ed esperienze di vita quotidiana”, su questa tema proposto a mò di concorso per tutte le scuole della provincia, dall’Associazione Italiana giovani avvocati, sezione di Isernia, si sono cimentati diverse scolaresche. L’Istituto Statale “Antonio Giordano” di Venafro ha vinto sia il primo che il secondo premio assegnati  rispettivamente alla V A Commerciale e alla V B Commerciale, guidate da un equipe di docenti capitanata dalla professoressa Pina Sosto Archimio. Ecco le motivazioni della giuria per il primo premio assegnato alla V A:” il lavoro presentato dagli studenti è orientato a interpretare il tema proposto sul filo di un doppio binario per mostrare le contraddizioni tra l’enunciato teorico e la pratica, sia delle leggi che dei comportamenti. D’altra parte la scelta del tema ambientale, calato drammaticamente nella realtà venafrana, porta il segno di una spiccata sensibilità rispetto ai temi concreti del quotidiano e del vissuto e trasmette alla comunicazione un impatto emotivo che arricchisce il dato della originalità e dell’efficacia del messaggio. Di speciale interesse è la chiave compositiva del video che denuncia lo smarrimento delle nuove generazioni che scelgono la deriva della trasgressione anche per la complicità dei comportamenti illegali degli adulti.” I vincitori si chiamano: Miriam Abbate, Alba Bucci, Francesca Capaldi, Martina Di Meo, Ilaria Faccenda, Francesca Forgione, Manuel Iannelli, Stefania Orlando, Mattia Roselli, Fabrizio Verrecchia,Gerardo Vettese: Quinta A Commerciale “Giordano”. Il secondo premio come dicevamo è andato alla quinta B sempre del Commerciale di Venafro. Questa la motivazione della giuria: ”La scelta di una modalità espressiva affidata all’immagine produce una immediatezza comunicativa che porta a decifrare progressivamente, ma chiaramente, il messaggio del testo. L’impianto progettuale si articola in tre fasi di sviluppo apparentemente indipendenti che rivelano tuttavia una unità di significato e una comune sicurezza del tratto e dell’uso del colore. Una nota ottimistica deriva dalla brillantezza del colore che assicura il lavoro alla facile fruibilità dei cartelloni pubblicitari, ma nulla sottrae alla complessità del messaggio “ I vincitori studenti del secondo premio sono: Alessio Capaldi, Orsola Cepparulo, Denise D’Andrea, Daniel Di Cristinzi, Manuele Gatti, Luca Giordano, Luigi e Nicola Pezza, Oreste Pio, Alessia Russo, Stefania Uzzo. Due lavori straordinari, a detta di tutta la commissione, due lavori da promuovere in tutte le scuole d’Italia perché dagli alti contenuti non solo sociali, ma anche culturali-storico-artistici. Gli studenti, se opportunamente motivati e sollecitati, come hanno dimostrato le due classi del “Giordano” riescono a sorprendere positivamente e a esprimere il loro mondo valoriale nonostante i segnali negativi che provengono dagli esempi degli adulti. Alla fine il messaggio che l’Associazione italiana giovani avvocati sezione di Isernia, voleva lanciare era proprio questo. E gli studenti delle commerciali di Venafro hanno veramente colto nel segno.LA CLASSE V A COMMERCIALE CON I DOCENTI VINCITRICE DEL PRIMO PREMIO

 Giovani in cerca del senso del limite tra rispetto delle regole e voglia di trasgressione:scelte ed esperienze di vita quotidiana.

Il lavoro proposto dal gruppo “DAUNBAILOU” si propone di illustrare attraverso poster in modo ironico due regole previste dal regolamento d’ istituto ed un modo un po’ più serio il divieto di fumo.

La prima regola riguarda il DIVIETO DI UTILIZZO DEL CELLULARE A SCUOLA.

Il poster mette a confronto due “tariffe”. La prima tariffa, denominata “INFINITY SCHOOL”,  è particolarmente conveniente e prevede chiamate, messaggi,  internet illimitato ed l’utilizzo di uno smartphone. Grazie alla sua convenienza, la tariffa  spinge gli alunni a dotarsi di cellulari di ultima generazione e ad utilizzarli sempre (copiare compiti,  videogiocare,  messaggiare con amici durante le ore di lezione).

Naturalmente  tali comportamenti vengono sanzionati dai docenti con l’annullamento del compito (se l’alunno è sorpreso a copiare da internet), il provvedimento disciplinare, il “sequestro” del cellulare e la riconsegna dello stesso ai genitori dell’alunno.

La tariffa  prevede, inoltre,  il “gratuito rinvio” della promozione all’anno successivo per tutta la durata di utilizzo del contratto.

La seconda tariffa, denominata “PROMOZIONE STUDENTI”, vede un soggetto (vagamente somigliante al Dirigente Scolastico) che propone una tariffa in vigore dal lunedì al sabato, dalle 8,15 alle 14,15 (orario scolastico)  con ZERO chiamate, messaggi ed internet e senza costi aggiuntivi lo smartphone resterà “per sempre” dello studente. Come specificato in precedenza,  se non si utilizza il cellulare durante le ore di lezione, si evitano le sanzioni ed in particolare il “sequestro” del cellulare con relativa consegna ai genitori.

La seconda regola riguarda la DISCIPLINA DELLA PARTECIPAZIONE AI VIAGGI D’ISTRUZIONE.

Il regolamento d’istituto prevede, infatti, che non possa partecipare al viaggio d’istruzione lo studente che,   alla data fissata per la partenza, abbia accumulato assenze pari al 20% dei giorni di lezione effettuati (tre ritardi vengono conteggiati come 1 giornata di assenza). Eccezioni possono essere previste solo per elementi con buon profitto. Pertanto si invitano gli sedenti a non effettuare “filoni”,  assenze immotivate, ritardi e ad avere un buon profitto riassumendo la regola nello slogan  NO SCUOLA? – NO PARTI!

L’ultimo poster riguarda il divieto di fumo.

Dopo aver discusso in classe degli effetti negativi del fumo non solo sulla salute dei soggetti, ma anche degli effetti sulla spesa pubblica in termini di spese per curare le malattie da fumo, gli alunni ritengono che non sia necessaria una regola per imporre un comportamento utile per la salute di tutta la collettività:

NON SERVE UN DIVIETO PER SCEGLIERE DI VIVERE!

AIGA

BANDO DI CONCORSO

“CITTADINI CONSAPEVOLMENTE ATTIVI”

Giovani in cerca del senso del limite tra rispetto delle regole e voglia di trasgressione:scelte ed esperienze di vita quotidiana.

Il gruppo “DIAMOCI UNA REGOLATA” ha realizzato un video nel quale, in linea con gli obiettivi del bando,  sono stati rivisitati gli spazi urbani di Venafro  ed evidenziati i bisogni ecologici, ambientali, sociali della comunità e del patrimonio storico – culturale e antropologico del territorio.

Il video si apre con una simpatica presentazione della classe che evidenzia come oggi sia facile trasgredire le norme.

Quindi, in modo un po’ più serio e responsabile, gli alunni attraverso citazioni e con il supporto di di immagini di Venafro, hanno voluto porre l’attenzione su alcuni aspetti:

PATRIMONIO STORICO ED ARCHEOLOGICO

Venafro è una città ricca di storia ma gli scavi archeologici non sono accessibili ai visitatori, i monumenti presentano evidenti segni di degrado e qualcuno è sottoposto da anni ad interminabili  lavori. Invece potrebbero essere un’importante risorsa economica per il nostro territorio dove l’agricoltura è fortemente a rischio, le industrie svaniscono nel nulla ed il lavoro scarseggia.

Per maggiore comprensione dei testi, di seguito si riportano le citazioni richiamate nel video:

La Repubblica tutela il paesaggio storico ed artistico della Nazione (art. 9 c. 2 Costituzione)

Di una città non godi le sette o le settanta meraviglie, ma la risposta che dà ad una tua domanda (Italo Calvino)

 PATRIMONIO AMBIENTALE

Le acque inquinate, le immissioni di fumi industriali,  le discariche abusive sono un problema per tutta la collettività. Eppure basterebbe qualche piccolo gesto per per tutelare l’ambiente: raccolta differenziata ed utilizzo di energie alternative.

Per maggiore comprensione dei testi, di seguito si riportano le citazioni richiamate nel video:

Abbiamo la terra non in eredità dai genitori, ma in affitto dai figli ( Proverbio Indiano)

Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata (Albert Enstein)

E’ tutt’altro che facile determinare se la natura si è dimostrata per l’uomo una tenera madre o una spietata matrigna (Plinio il Vecchio)

In tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso (Aristotele)

 PATRIMONIO ECONOMICO

La Palazzina Liberty, cartolina di Venafro,  è decadente,  il vecchio ospedale è abbandonato, il nuovo ospedale è sottoutilizzato ed a rischio chiusura totale, molte strutture scolastiche sono chiuse perché non rispettano la normativa antisismica, ma il popolo di Venafro,  ed in particolare i giovani,  subiscono passivamente l’impoverimento del territorio.

Per maggiore comprensione dei testi, di seguito si riportano le citazioni richiamate nel video:

Nulla bramiamo tanto, quanto ciò che non ci è consentito (Publilio Siro)

Dobbiamo imparare bene le regole in modo da infrangerle nel modo giusto (Dalai Lama)

Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante la guerra e dopo la caccia (Otto von Bismarck)

Quando l’ultima fiamma sarà spenta, l’ultimo fiume avvelenato, l’ultimo pesce catturato, allora capirete che non si può mangiare denaro (Toro Seduto- capo Sioux)

Dopo aver riflettuto e discusso sull’argomento gli alunni ritengono che sia necessario impegnarsi in prima persona  per realizzare interessi che siano davvero di tutti e che oggi  l’unica  trasgressione possibile nel nostro paese è l’obbedienza delle regole (Pino Caruso).

Ed allora…….DIAMOCI UNA REGOLATA!

Redazione GiordanoBlog

Categorie: Sezione ISISS A. Giordano | Lascia un commento

CAMPIONATI STUDENTESCHI FASI REGIONALI DI ATLETICA LEGGERA

 GLI STUDENTI DEL “GIORDANO” SUGLI SCUDI. PERFORMANCE DI PASQUALE SCARDINO NELLA FINALE DEI 100 METRI

Un successo dietro l’altro, un primo posto dietro l’altro per gli studenti dell’Istituto “Antonio Giordano” nei campionati studenteschi fasi regionali di atletica leggera che si sono disputati lo scorso 21 maLo studente del geometra Pasquale Scardino sugli scudi alla fase regionale di atletica leggeraggio in località “Le Piane” a Isernia. Un ventaglio di successi grazie anche alla guida sapiente delle professoresse di Educazione Fisica del “Giordano”. Da segnalare la grande prestazione del giovane studente Pasquale Scardino, III A Geometri, nella finale dei 100 metri. Primo posto con un tempo da record. Scardino, poi, nella staffetta 4 per 100, insieme ai compagni di squadra e di scuola Jacopo Oliva, Pier Paolo Navarro e Matteo Durante, ha determinato la vittoria finale anche in questa categoria.  Nel salto in lungo medaglia d’oro per Pier Paolo Navarro( II A Liceo Scientifico) mentre nel salto in alto affermazione di Matteo Durante( II B Commerciale). Anche le studentesse del “Giordano” si sono distinte nella categoria allievi: Camilla Bianchi( II A Liceo Scientifico), nei 1000 metri ha centrato il bersaglio grosso, così pure Luisa Cifelli( II A Liceo scientifico) nel salto in lungo si è classifica al primo posto. Nella categoria Juniores Femminile sontuose le prestazioni di Nunzia Nardolillo( V B Liceo Scientifico), primo posto nei 100 metri, Elena Matteo( IV B Liceo Scientifico), primo posto nei 400 metri, Concetta Cotugno( III A Liceo classico) primo posto nei 100 metri ad ostacolo, Francesca Mastrantuono( III Liceo Classico) primo posto. Insomma gli studenti e le studentesse del “Giordano” si sono fatti valere e hanno portato alto il nome di Venafro.

   Redazione GiordanoBlog

Categorie: Sezione ISISS A. Giordano | Lascia un commento

Progetto 3D

Il giorno  11/04/2013 si è tenuta un’assemblea alla quale hanno partecipato professori, esperti, e rappresentanti delle classi dell’istituto A.Giordano.

Questa idea di assemblea nasce dal dottor Fucile,rappresentante del consiglio d’istituto.
Tale assemblea è parte integrante del progetto cosiddetto 3D (Dipendenza, Disagio, Deviazione). I temi principali trattati nel progetto variano: dalla droga, ai disagi piu’ comuni tra i ragazzi, tra cui uno molto grave, il bullismo.

Per questo la scuola offre un supporto con duplice intento, ossia fornire una buona informazione, e permettere la partecipazione attiva dei ragazzi. Tutto ciò riguarda l’aspetto psicologico e sociale con il quale i ragazzi si approcciano alla scuola.

Nel giorno 11, è stato pubblicato il rapporto dell’UNICEF riguardante i disagi dei ragazzi, ed è stato deliberato che l’Italia  (tra i 29 paesi) dopo la Spagna, presenta il tasso piu’ alto di ragazzi non studenti e non lavoranti.

Cosa determina questa situazione? La maggior parte delle volte è causata dalla condizione psicologica di ogni singolo ragazzo, dunque piu’ precisamente dalla sua condizione di vita.

(ASSI CARTESIANI…)

Il destino di una vita disagiata può essere salvato dalla scuola, la quale pone il ragazzo sulla retta via.

Parlando precisamente dei disagi che ergono tra i ragazzi, la dottoressa Epifanio ne ha illustrato uno in particolare: il fenomeno del bullismo.

Il bullismo è un fenomeno che genera aggressività, ed è dovuto alla vita personale: si ha l’intenzione di arrecare danno, per valorizzare se stessi. Esso è molto diffuso nelle scuole primarie (41%) e meno nelle secondarie (26%).

L’etimologia del termine proviene dal vocabolario inglese, esso infatti deriva da Bullying-Mobbing, che significa oppressione psicologica e fisica verso un debole.
Il bullismo può essere diretto o indiretto:
-Indiretto, quando si tenta di escludere, isolare, spettegolare nei confronti del debole;
-Diretto, quando si attua attraverso dolore fisico e verbale.

Analizzando attentamente le figure dei protagonisti del fenomeno abbiamo:
-IL BULLO: forte e aggressivo, violento, con scarso curriculum scolastico

-LA VITTIMA: debole, insicura, sola, che necessita di protezione
-LO SPETTATORE, sostenitore del bullo/della vittima.

Il bullismo è un fenomeno grave, per annichilirlo vi è bisogno di chiedere aiuto ad un adulto, di prendere posizione e aiutare la vittima. Le conseguenze del bullismo si riversano sul rendimento scolstico, causano disturbi di asocialità, mali fisici, incubi, autosvalutazione, psicopatologie e annullamento totale di autostima.
Bisogna dire NO al bullismo, cosi da rendere la scuola come una seconda casa, un posto in cui passare dei tempi felici.

Categorie: Sezione ISISS A. Giordano | Lascia un commento

INTERVISTA AL PERSONALE ATA E ALLA PROF.SSA PERNA

Oggi, 5 aprile 2013, gli studenti partecipanti al progetto “scuola lavoro” hanno incontrato il personale ATA per discutere sui progetti che la scuola offre ogni anno.

 

Elenchiamo le domande poste:

 

 Studente: “Quali sono i progetti che la scuola offre agli studenti?”

 

Personale ATA: “I progetti che sono stati svolti durante l’anno sono:

 

·        Il progetto dei giochi sportivi studenteschi

 

·        Il progetto indetto dal Liceo Classico ‘tienimi la mano’

 

·        Le olimpiadi delle Neuroscienze con il Dottor Fucile e la professoressa Altobelli

 

·        Il progetto Neuromed che comprende nove giorni all’università

 

·        Il progetto ‘alternanza scuola lavoro’ inglobato al progetto ’scuola e territorio’

 

·        Le olimpiadi delle scienze con la professoressa Altobelli

 

·        Le olimpiadi della lingua italiana indotta dal Liceo Classico

 

·        Le olimpiadi della matematica con la professoressa Casapenta

 

·        I giochi della chimica con il professore Bifulco

 

·        Laboratorio teatrale con la professoressa Cimorelli

Studente: “Gli studenti partecipano in maniera attiva? Le adesioni sono aumentate?”

 Personale ATA:” Si, ci sono molti studenti che partecipano alle attività proposte dalla scuola. Le adesioni infatti sono aumentate rispetto agli anni precedenti.”

 

Studente: “Quali viaggi di istruzione ha programmato per l’anno scolastico 2012/2013?”

Personale ATA: “Per quanto riguarda i viaggi di istruzione è stato proposto principalmente il viaggio a Praga in Aprile dove parteciperanno gli studenti delle classi IV e V. Ad ottobre invece è stato organizzato il viaggio a Ginevra per la visita del Cern, al quale ha partecipato il Liceo Classico.”

1365155569338

Gli studenti hanno poi incontrato la professoressa di ed. fisica Tiziana Perna per discutere del progetto più seguito, quello sportivo.

 

Elenchiamo le domande poste:

 

Studente: “ Da diversi anni la scuola offre l’opportunità di partecipare alla pratica per l’avviamento dei giochi sportivi. Come pensa che questi giochi possano essere utili ai ragazzi?”

Professoressa: “ Questi giochi riguardano un progetto nazionale per le scuole di I e II grado. Nella nostra scuola si svolgono da sempre, comprendono giochi di squadra come pallavolo, pallacanestro e gare individuali di scii. I ragazzi si allenano per 6 ore durante la settimana con costanza.

Quest’anno organizzeremo un torneo interno di istituto di pallavolo tra biennio e triennio “

Studente:” Rispetto agli anni precedenti il numero dei partecipanti è aumentato o diminuito?”

Professoressa: “  Il numero è stazionario.”

 Studente: “Quanti studenti partecipano quest’anno?”

Professoressa: “Quest’anno orientativamente i partecipanti sono 200 e sono solamente coloro davvero interessati alla pratica sportiva. La partecipazione è molto attiva in quanto la pratica sportiva attira da sempre i ragazzi perché ci sono amicizie e simpatie . Nella scuola tale progetto funzionerà sempre,infatti  è anche l’occasione per incontrarsi con i ragazzi degli altri indirizzi perché non è un’attività che vede interessati solo i gruppi classe, ma vi è una forma di aggregazione tra i vari partecipanti.

Categorie: Sezione Classico, Sezione Commerciale, Sezione Geometra, Sezione ISISS A. Giordano, Sezione Scientifico | Lascia un commento

INTERVISTA AI REFERENTI DEL PROGETTO ECDL

Oggi i ragazzi del progetto ” Scuola-Lavoro” hanno incontrato assistente tecnico Nicola Iannarelli e il vice preside Nicola Pupo D’Andrea per discutere sul progetto ECDL , il quale da diversi anni viene proposto con grande successo agli studenti dell’istituto.

Di seguito sono riportate le domande che alcuni studenti hanno posto ai referenti del progetto ECDL.

 

Studente : Da diversi anni la scuola offre l’opportunità di poter partecipare al progetto ECDL, come pensa che potrebbe esserci utile in futuro?

Referenti : Da crediti e resta un titolo riconosciuto a livello universitario, ma anche nella pubblica amministrazione. Infatti, nei vari concorsi, a parità di punteggio con altri partecipanti, si ottiene la precedenza in quanto viene riconosciuta una credenziale in più.

Studente : Rispetto all’anno scolastico 2011 / 2012 gli iscritti al progetto sono aumentati?

Referenti : Il numero degli iscritti al progetto è rimasto costante rispetto agli anni precedenti e vede una grande partecipazione da parte degli studenti.

Studente: Come si svolge il progetto? Ci sono diverse fasi ?

Referenti : Ha inizio a partire dal primo anno del triennio. Per quanto riguarda la prima fase si conseguono i moduli due , tre e quattro ovvero word , sistema operativo e excel. Nella seconda fase si conseguono i moduli riguardanti access e power point , mentre nella terza e ultima fase si conseguono i moduli uno e sette riguardanti l’informatica di base, internet,reti e costruzioni.  

 

 

Immagine

Categorie: Sezione Classico, Sezione Commerciale, Sezione Geometra, Sezione ISISS A. Giordano, Sezione Scientifico | Lascia un commento

NOI CONTINUIAMO LA VOSTRA GARA…..

Il giorno 27 marzo 2013 si è svolto il Memorial Day, un’iniziativa dal profondo valore culturale promossa dall’ISISS A.GIORDANO. L’evento si è svolto a carattere commemorativo in onore di Salvatore , Maria , Elena , Carmela, Aldo e Maria Rosaria. La giornata si è articolata in due momenti: alle 08.45 presso la chiesa Don Orione gli studenti hanno partecipato alla Santa Messa presieduta da Don Girolamo Dello Iacono. Al termine della celebrazione liturgica studenti e professori si sono recati presso il campo sportivo e il palazzetto dello sport. I diversi indirizzi; Classico, Scientifico, Geometra e Commerciale divisi in squadre maschili e femminili si sono affrontate ,con grande partecipazione agonistica, offrendo spettacolo e non poche emozioni alla platea studentesca presente. Il calcio a 5 femminile ha visto vincitrice il Liceo Classico, il basket maschile è stato vinto dalla squadra composta da studenti dell’indirizzo Commerciale e Geometra mentre il calcio a 11 ha visto trionfare il Geometra. L’evento ha riscosso molto successo ma non sono mancati momenti di seria competizione.

 

SCRITTO DA: FEDERICA FORTE, SARA AFFI FELLA, LORENZO GIANNINI, VALENTINA CARANGI, FRANCESCA TOMMASONE

Categorie: Sezione ISISS A. Giordano | Lascia un commento

Il giorno 27 marzo si è svolto durante tutta la mattinata il Memorial “Per non dimenticare” organizzato dall’Istituto I.S.I.S.S. A. Giordano. Come tutti gli anni la giornata si è divisa in due momenti; è iniziato con la celebrazione della Santa messa celebrata dal parroco Don Girolamo presso la chiesa San Luigi Orione ed è proseguita con la manifestazione sportiva. Al termine della celebrazione liturgica, studenti e professori si sono recati presso il campo sportivo e il Palazzetto dello sport di Venafro. Gli studenti si sono divisi in tre discipline sportive: calcio a 11, basket e calcio a 5 per le ragazze. Nel campo sportivo si sono affrontate le squadre di ogni indirizzo in quattro partite, divise in semifinali e finali, di calcio a 11. Dalle semifinali sono uscite vincenti la squadra del Geometra e quella del Liceo Scientifico, che hanno trionfato rispettivamente sulla squadra del Liceo Classico e del Commerciale. La finale, che ha visto scontrarsi le vincitrici delle semifinali, è stata una partita molto combattuta sul piano del gioco, ma che alla fine ha visto spuntarla la squadra del Geometra con un punteggio di 4-1 sui pari età dello Scientifico.
 
VINCITORI

Nel Palazzetto dell sport si è svolta prima la partita di basket che ha visto gli alunni del Geometra e Commerciale, uniti per mancanza di ragazzi, sfidare i pari età dello scientifico. Partita che si è svolta con quattro tempi rispettivamente da dieci minuti ognuno. Match anche questo molto combattuto sul piano tecnico, ma che ha visto spuntarla i ragazzi del Geometra e Commerciale.
              
          LE SQUADRE                                         

                                I VINCITORI         

Dopo la partita di basket si è svolto un triangolare di calcio a 5 dove ha visto sfidarsi le squadre del Liceo Classico, Scientifico e Commerciale. Le partite sono state molto emozionanti anche perché non è da poco vedere le ragazze giocare a calcio e impegnarsi per vincere. Tutte e tre le squadre si sono impegnate al massimo per raggiungere la vittoria ma alla fine l’hanno spuntata le ragazze del Liceo Classico grazie a due splendide vittorie. Con questi avvenimenti si è concluso il Memorial del 27 marzo 2013.

 
LE SQUADRE

     
LE VINCITRICI

 
Scritto da: Bandera Vittorio

Categorie: Sezione ISISS A. Giordano | Lascia un commento

22 MARZO giornata dell’ ACQUA. “L’ACQUA E’ UN BENE COMUNE, NON UNA MERCE!” FIRMA PURE TU!

22 MARZO giornata dell’ ACQUA. “L’ACQUA E’ UN BENE COMUNE, NON UNA MERCE!” FIRMA PURE TU!

Pubblichiamo il contributo del Prof. Marco Fusco sulla giornata mondiale dell’ acqua pubblicata sul blog altocasertano che è anche un invito a firmare una petizione avviata da cittadini europei a difesa dell’acqua come bene comune.

PROPOSTA D’INIZIATIVA DEI CITTADINI EUROPEI “L’ACQUA E’ UN BENE COMUNE, NON UNA MERCE!”

(Di Marco Fusco) Firmate, firmate, firmate! Il mio appello è rivolto a tutti, soprattutto a chi in questi anni ha manifestato a sostegno di tutte quelle battaglie portate avanti da associazioni, movimenti, gruppi politici in favore dell’acqua potabile come bene pubblico. E’ una proposta d’iniziativa dei cittadini europei che hanno a cuore le sorti future del mondo intero. Questo il testo oggetto dell’iniziativa che è meritevole di attenzione.
“Proposta d’iniziativa dei cittadini europei:
Acqua potabile e servizi igienico-sanitari: un diritto umano universale! L’acqua è un bene comune, non una merce!Esortiamo la Commissione europea a proporre una normativa che sancisca il diritto umano universale all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitnnari, come riconosciuto dalle Nazioni Unite, e promuova l’erogazione di servizi idrici e igienico-sanitari in quanto servizi pubblici fondamentali per tutti.
Obiettiviprincipali:
La legislazione dell’Unione europea deve imporre ai governi di garantire e fornire a tutti i cittadini, in misura sufficiente, acqua potabile e servizi igienico-sanitari. Chiediamo che: 1. le istituzioni dell’Unione europea e gli Stati membri siano tenuti ad assicurare a tutti i cittadini il diritto all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari; 2. l’approvvigionamento in acqua potabile e la gestione delle risorse idriche non siano soggetti alle “logiche del mercato unico” e che i servizi idrici siano esclusi da qualsiasi forma di liberalizzazione; 3. l’UE intensifichi il proprio impegno per garantire un accesso universale all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari.”
Per saperne di più sulle norme che disciplinano il diritto d’iniziativa dei cittadini europei: http://ec.europa.eu/citizens-initiative. Potete collegarvi a questo sito e aderire all’iniziativa suddetta.(Articolo a cura del prof. Marco FUSCO)

22 Marzo giornata Mondiale dell’Acqua

-”Il Canto per l’ACQUA”(Video)

Categorie: Sezione ISISS A. Giordano | Tag: | Lascia un commento

GIORNATA DELL’UNITA’ NAZIONALE, DELLA COSTITUZIONE E DELLA BANDIERA”

Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore

“A. GIORDANO”

86079   VENAFRO   (IS)

COMUNICATO STAMPA

 _______________________________________________________________

“GIORNATA DELL’UNITA’ NAZIONALE, DELLA COSTITUZIONE E DELLA BANDIERA” IL GIORDANO PRESENTA “FRATELLI E SORELLE”, LUNEDI 18 MARZO 2013 AULA MAGNA “NICANDRO DE ROSA” – VIA MAIELLA

 

L’ISISS “Antonio Giordano”, in collaborazione con l’Istituto Internazionale di studi “Giuseppe Garibaldi” di Roma, in occasione della “Giornata dell’Unità nazionale della Costituzione e della bandiera”, organizza il convegno per lunedì 18 marzo 2013, dalle ore 9,30, presso l’aula magna “Nicandro De Rosa”, nella sede centrale di via Maiella, Venafro. “Fratelli e sorelle d’Italia”: questo il titolo dell’evento per ricordare la giornata dedicata al valore della Patria e dell’Unità d’Italia. Ad aprire i lavori il dirigente scolastico Franco Capone. A seguire la professoressa Silvana Galardi, referente territoriale dell’istituto Internazionale di studi “G. Garibaldi” di Roma che si cimenterà sul seguente argomento:” Dalla Repubblica romana all’Unità d’Italia”. La seconda relazione è affidata alla studiosa Cinzia Dal Maso, giornalista e curatrice di siti web che presenterà “Colomba Antonietti, la vera storia di un’eroina.” A moderare il convegno la professoressa Bianca Buondonno.  Gli studenti saranno protagonisti con due esibizioni. “il canto degli italiani” e “Inno di Mameli” al centro dell’interessi degli studenti e delle studentesse.

Redazione “Giordano blog”

Categorie: Avvisi, Sezione ISISS A. Giordano | Lascia un commento

COLLOQUIO CON IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Oggi i ragazzi del progetto ” Scuola-Lavoro” hanno incontrato  il dirigente scolastico per discutere sul progetto “Blog Giordano”.

Di seguito sono riportate le domande  che alcuni studenti hanno rivolto al dirigente scolastico Franco Capone, preside del nostro istituto.

20130315_094852

Salve signor preside, vogliamo parlare con lei del progetto “Blog Giordano” che vede protagonisti noi studenti nell’ambito delle attività programmate per l’alternanza scuola-lavoro.

Studente: Come la scuola utilizza le nuove tecnologie?

Dirigente scolastico: La scuola mette a disposizione diversi laboratori per permettere che le nuove tecnologie entrino a pieno nella didattica. L’utilizzo del computer deve essere regolare. In ogni caso, esso non risolve i problemi ma può facilitarli. Oggi la maggior parte dei giovani fa un uso inappropriato del PC ( facebook, twitter, copiare versioni di latino, temi svolti, ecc…) invece deve essere utilizzato in modo corretto, infatti è proprio la scuola ad educarci ad un corretto impiego di esso. Ricorrere all’uso del computer deve avere una finalità didattica e un aspetto formativo molto forte; fa parte della nostra vita ma non deve  essere totalizzante e non deve diventare una forma di dipendenza

.20130315_094450



S: Cosa ne pensa di quest’idea del Blog?

Ds: Il blog è utile, lo usate già, voi ” bloggate” vero? Si dice così? E’ uno strumento integrale di crescita; è il  luogo di scambio di opinioni e di confronto, è il social network della scuola. Parlando si chiarisce e, solo discutendo, si possono raggiungere a pieno gli obiettivi. In ogni caso, il blog  non deve essere sostitutivo all’aula,che rappresenta il luogo di comunicazione, privilegiato per la diretta comunicazione tra gli studenti.

 

S: Come crede che il progetto possa essere  d’aiuto a noi giovani in un futuro lavorativo?

Ds: L’uso delle nuove tecnologie è fondamentale: l’impiego del computer, accompagnato dalla conoscenza della lingua inglese è alla base del lavoro. Però il PC va utilizzato in maniera corretta: a questo proposito la scuola organizza, ad esempio, i corsi per il ECDL, i quali includono  i contenuti e gli elementi base per il corretto uso del computer. L’ECDL è anche un titolo che viene valutato in termini di assunzione ( viene dato un punteggio in base alle capacità) e, inoltre, si può essere esonerati dall’esame di informatica all’università. Ma nonostante il riconoscimento dell’utilità del computer, bisogna riconoscere l’importanza delle materie disciplinari infatti, il PC rappresenta soltanto uno strumento ma non il fine.

S: Crede che in un futuro prossimo la scuola si possa applicare  nell’ organizzazione di nuovi progetti volti alla  formazione lavorativa degli studenti?

Ds: Questa dev’essere una priorità della scuola. Noi dobbiamo prepararvi alla vita futura, non credete? Bisogna sapersi confrontare con il mondo: non bisogna rimanere ancorati nel proprio paese, ma ampliare i propri orizzonti. Andrete all’università, vero? La prospettiva è quella di recarsi in luoghi dove ci sono opportunità di lavoro, vero? Il nostro compito è proprio quello di aiutarvi a collocarvi nel mondo. Per fare questo però c’è bisogno di disciplina e regole, e per questo che nella scuola viene data molta importanza ai ritardi e alle assenze: non ai fini della media scolastica, ma per permettervi di capire che il mondo chiede rigore. Il nostro obiettivo fondamentale è quello di formarvi dal punto di vista umano. Dobbiamo trattarvi da persone mature creando una scuola della lealtà. Inutile fare assenze strategiche, perché non è un’interrogazione a intromettere il vostro percorso. Ogni professore vi conosce e sa  quali sono le vostre conoscenze, quindi durante i consigli scolastici gli insegnanti hanno un quadro chiaro e completo del vostro percorso scolastico. Non bisogna aver paura, ma aver fiducia nella scuola; non bisogna puntare al minimo ma al massimo!

20130315_100202

S: Crede che sia difficile  riuscire a gestire le attività per la formazione dei ragazzi?

Ds: Non è difficile, certo è complesso ma, con la collaborazione dei docenti si riesce ad organizzare con facilità tutti i progetti: in particolare quando, come, e chi è il referente. Ci sono tutte le risorse adatte e ne vale la pena al di là delle complessità. Se c’è un problema, beh, il problema del problema sapete qual è? E’ la soluzione, e bisogna trovarla.

S: Come pensa di poter gestire i pochi fondi che vengono messi a disposizione dallo Stato? Pensa che siano sufficienti anche per finanziare tutte le attività che vengono organizzate  durante l ore pomeridiane?

Ds: In genere si riesce. A volte non servono molte risorse ma servono molte idee. Nella scuola vi sono persone serie e valide, ricche di idee, quindi non bisogna porsi il problema dei fondi. Infatti le cose interessanti vengono sempre finanziate, mentre le cose inutili sono uno spreco di risorse. Dobbiamo selezionare le attività e scegliere le più interessanti: questa del Blog è sicuramente un’esperienza positiva.

S: In virtù di questo taglio alle spese quale strada può intraprendere  la scuola? Ci sarà un aumento delle tasse per le famiglie oppure sono già state presi provvedimenti in tal senso? Ad esempio l’aumento dell’iscrizione è una conseguenza di questo?

In consiglio d’istituto abbiamo deliberato un aumento del contributo annuale, a causa del taglio dei fondi, ma qui a Venafro rispetto a posti limitrofi, è il minimo. Questo denaro viene comunque impiegato nelle attività extrascolastiche per i nostri vantaggi. Il problema finanziario è sempre secondario alle idee che devono circolare, poi volta per volta bisogna riflettere sugli sprechi e su come devono essere indirizzate le risorse.


S: Preside un’ultima domanda: fino a quando resterà con noi?

Categorie: Sezione Classico, Sezione Commerciale, Sezione Geometra, Sezione ISISS A. Giordano, Sezione Scientifico | Lascia un commento

Crea un sito web o un blog gratuito con WordPress.com. The Adventure Journal Theme.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.